Skip to content
 

Questa barca ha conosciuto e conoscerà mari burrascosi

29 Giugno 1976

“Questa barca ha conosciuto e conoscerà mari burrascosi, ma, io, Cefa sono un buon navigante!”

Vengo a te, anima, in questo giorno in cui in terra mi si ricorda. Sono Petrus, il pescatore, sono Petrus la roccia della Chiesa!

Saul portava la Parola, io, amico, fratello, nemico di Saul sono stato il primo pontefice, non per vanto, per dovere, per amore!

E le chiavi che già vi portai, quelle del Paradiso ancora ve le porto: un altro mazzo: altre virtù, tutte serviranno per aprire la grande porta della felicità.

Anche il più umile pescatore può comprendere ciò che non comprende un superbo.

Dio ama gli umili e scelse noi come apostoli della delle verità. Cristo ci ha guardati, e quando Cristo ci guarda ci conquista.

Così voi come noi, vi guarda Cristo, vi guarda il volto e lo spirito, lo sentite, lo sapete ed, essendone conquistati agite nel Suo Nome!

A voi ancora chiavi io Petrus porgo, avete le chiavi dell’amore, vi dono le chiavi della carità, avete il desiderio di fare e dare? Vi porgo le chiavi della perseveranza.

Vi porgo le chiavi della sopportazione, vi dono col sorriso quelle dell’accettazione.

Le chiavi per aprire la grande porta.

Esistono anime che sentono ancora in terra le voci del Paradiso. Ne sono testimonianza anche queste mie parole, che come altre confermano la verità di un tempo e portano nell’anima di chi le sente una nuova ventata di speranza.

Esistono anime che devono anche loro malgrado, vivere in terra dando agli altri di se stesse.

E gli altri devono amarle e soprattutto amare Dio che ha dato ad essi una prova grande per mezzo di uno di essi.