Skip to content
 

Ego sum Petrus! E il tempo va…

29 Giugno 1977

Ego sum Petrus!

E il tempo va…Noi al di fuori di questo limite eppur sempre noi vi siamo accanto. Siamo fratelli in Dio, e: i veri vivi e voi che vi preparate a vivere durante la vostra prova terrena.

La barca naviga in mari procellosi. Pregate!

Dio aiuterà sempre la sua Chiesa. Non timori, pregate e agite!

Ancora una volta vi porgo le chiavi del Paradiso: tante chiavi, tante virtù.

Più chiavi possedete più siete in grazia.

Fui un uomo con difetti da uomo, un povero uomo.

Dio ci può fare grandi e ricchi di gloria se lo sappiamo seguire. Io che ho visto il volto del nostro Rabbi, io che ho sentita la sua voce come non lo avrei potuto seguire?

“Lascia ogni cosa Simone”  Risento quella voce del Dio fatto uomo per noi.

La voce più bella, più suadente, più maestosa.

Quella voce vi parla ancora attraverso le anime privilegiate. In questi vostri tempi tante ne esistono affinché dicano ancora la verità di Dio ovvero la Parola di Cristo.

Ancora Cristo parla all’umanità che ha redenta, parla attraverso le sue mille voci sparse su tutta la terra. Parla nei suoi Santi e parla attraverso la natura che è stata creata da Dio dal nulla come ogni cosa. E parla nei secoli con la Sua Parola, quella che ha portata non già per quei tempi ma per ogni tempo. L’umanità è nel tempo, Dio è al di sopra del tempo e il tempo gli appartiene.

Ego sum Petrus!

E vengo a benedirvi.