Skip to content
 

Don Franco

12 novembre 1974

Don Franco, sono io, Maria,

la donna che tanto scrisse in Dio e ispirata! Io che vedevo snodarsi la storia della verità, io che sentivo Gesù, comprendo coloro che lo sentono.

Un grazie, un vero grazie per quanto Lei mi ama.

Se fossero stati così quei sacerdoti che per primi mi conobbero, il mio calvario sarebbe stato più leggero.

La sofferenza in terra ci porta più in alto e allora grazie di quanto ho sofferto. Ora sono felice e vedo in realtà ciò che in visione vidi.

Le parlo attraverso una creatura molto diversa e molto simile a me. Siamo quelle scelte per uno scopo che in terra neppure bene comprendiamo.

Un’anima come la Sua, Don Franco, è qualcosa che fa sorridere Gesù, come  Lo comprende bene Lei e come Lo sa amare!

Ed ecco che io mi faccio piccola e lascio a Gesù nostro la penna, la penna che prendiamo in prestito! Una fratellanza ci unisce e un amore in Dio ci unisce.

Maria Valtorta