Skip to content
 

Davanti all’orizzonte

8 gennaio 1984

Davanti all’orizzonte,
in una sera di luna,
guardavo e meditavo.
Lente ore per me, che solo
cercavo la speranza.

Ed ecco un volo
di augelli scuri;
entrai dentro alla stanza
e guardai il suolo…
Dentro di me era il vuoto,
quella sera. Voli d’augelli scuri…

La speranza mi avea abbandonato.
Tempi duri!
Guardavo in me e non trovavo nulla.
Fino a una luce…:
Dio era nel mio cuore!
Dio lavorava nel mio sentimento.
E tosto, lieto fu tutto il mio
sentire.

Avvolto da un buon vento,
fui nel presente, passato
era il passato.
Dolce il pensiero di quell’avvenire
a Dio affidato.

Fiamma, speranza, fede
Cullan lo spirto, là dove c’è Dio,
là dove l’uomo crede.

Giacomo Leopardi